Sabato - 15 Agosto 2020 - ore 04:21      
erbe officinali

Sezione: / Erbe officinali

 

Achillea
L'Achillea, pianta dall'odore grato e penetrante, è alta fino a cinquanta centimetri e ha delle foglie strette con divisioni sottilissime. In cima allo stelo si notano fiori bianchi con tenui sfumature rosacee. Fiorisce dall'estate all'autunno e tutta la pianta fiorita è medicinale. Le sue qualità terapeutiche sono note fin dall'antichità.

Per la presenza di costituenti simili a quelli della Camomilla (esempio apigenina ed azuleni), se ne consigliano gli stessi usi. Sebbene l'Achillea, assunta per via orale, sia utilizzata come antispastico ed antinfiammatorio specifico per l'apparato digerente, non ci sono studi certi che ne confermino l'effettiva efficacia ; le proprietà antispastiche dell'achillea millefoglie la rendono un rimedio naturale largamente impiegato nel trattamento di dolori mestruali (dismenorrea), emorroidi e ragadi anali. L'Achillea vanta proprietà toniche utili nelle affezioni venose come varici, flebiti ed emorroidi, regolarizza il flusso biliare , è un regolatore della fachillea millefoliumlora intestinale .

Per uso esterno, l'Achillea esibisce interessanti proprietà cosmetiche e dermofunzionali: antinfiammatorie, astringenti, rassodanti, disarossanti ed antiseborroiche; per questo motivo, gli estratti di achillea millefoglie sono comunemente impiegati in prodotti contro affezioni infiammatorie di cute e mucose, e nei disturbi circolatori: manifestazioni acneiche, ragadi al seno, varici, pelli aride, secche, screpolate, delicate ed arrossate.

Flavonoidi e tannini come isoquercitrina, quercetina e rutina sono importanti agenti antiossidanti , antiperossidanti, antistaminici , possiedono buone proprietà vasoprotettive . L'apigenina è antiinfiammatoria, antiaggregante e spasmolitica .
Il camazulene , presente in alcune varietà di Achillea millefolium, è antiinfiammatorio ed antiallergenico . contribuisca all'attività antiinfiammatoria sia attraverso l'inibizione della sintesi dei mediatori dell'infiammazione (vedi Camomilla ).

I sesquiterpeni esercitino attività antiflogistica, Antispasmodica
Alcuni Flavoni isolati dall Achillea, hanno dimostrato proprietà antispasmodiche . Il meccanismo suggerito è quello di una inibizione dell'influsso di Ca2+ e di una contemporanea stimolazione del rilascio di Ca2+ dai depositi così come avviene con altre piante della stessa famiglia quale la Camomilla
la frazione volatile di Achillea si è dimostrata batteriostatica ed attiva anche su Candida albicans.

In particolare, la frazione più ricca di composti polari (contenente terpinen-4-olo) ha dimostrato di essere più efficace e di possedere un più ampio spettro di azione. Il cineolo possiede proprietà batteriostatiche ed espettoranti
L'achilleina è amara , emostatica e febbrifuga ,fu usata nel XIX secolo in Francia ed Europa meridionale come sostituto per il chinino nel trattamento delle febbri intermittenti.

I sesquiterpeni lattonici sono amari e tonici, con effetto stimolante sulla digestione , I tannini hanno una ben nota azione astringente .
le proprietà diuretiche, espettoranti e digestive dell'estratto totale della pianta ,sono facilmente riconducibili al contenuto in oli essenziali

La combinazione dei principi attivi manifestano una sinergia ad azione : astringente, antiinfiammatorio ed emostatico , l'Achillea pertanto è una pianta molto utile per la circolazione venosa , utilissima per calmare gli spasmi uterini, nella cura delle malattie nervose, dell'asma. Viene inoltre usata come anche la Piantaggine come prodotto di pronto soccorso agreste per arrestare le emorragie applicandola, tritata finemente, sulle ferite

prodotti