Domenica - 19 Gennaio 2020 - ore 17:20      
erbe officinali

Sezione: / Erbe officinali

 

Partenio Tanacetum parthenium


Partenio è una pianta erbacea simile nell'aspetto alla comune Camomilla e al Crisantemo, e come queste appartiene alle Compositae (o Asteracee).


La Pianta di Partenio era conosciuta per alleviare i dolori mestruali il nome infatti deriva dal greco dal greco pàrthenos, che significa fanciulla ,vergine.
Gli elementi della pianta che contengono i principi attivi sono le parti aeree, in particolar modo le foglie , la concentrazione di sostanze officinali attive è massima poco prima della fioritura.

Le sostanze principali contenute nel Partenio sono i Flavonoidi, i Sesquiterpeni, i Polifenoli . i più importanti per l'attività medicinale della pianta sono i Sesquiterpeni Lattonici , in particolare il Partenolide è risultato il principio attivo di riferimento .

I sesquiterpeni del Partenio stimolano la sintesi endogena delle prostaglandine di parteniotipo antinfiammatorio , l'attività di alcuni di questi metabolici come inibitori della funzione piastrinica è stata determinata sperimentalmente; sono quindi confermate le proprietà ipotensive e antispasmodiche per l'azione svolta sulla muscolatura liscia , la sua azione si presenta utile quindi utile : nei casi di dismenorrea ed anche come sollievo negli attacchi di emicrania.
Il Partenio esercita inoltre un blando effetto tranquillante che facilita il sonno , la sua azione antinfiammatoria ha anche un buon effetto lenitivo a livello dei dolori articolari .

L'abbinamento con altre piante antinfiammatorie, come ad esempio l'Artiglio del diavolo, è consigliabile per aumentare il campo d'azione del Partenio e potenziare la sua azione antinfiammatoria.
Il Partendo è controindicato in quei soggetti che presentano allergie alle piante della famiglia delle Asteracee

 

prodotti